Copy paste


Ritorno a scrivere su questo mio variegato blog per trattare un argomento che mi sta molto a cuore.
La verita’.
A dire il vero non proprio della verita’; ma della sua ricerca, essendo un qualcosa difficilmente raggiungibile da noi esseri umani.
Seguo, e ho seguito per anni, la “cricca” della controinformazione essendo uno che non si accontenta di spiegazioni sbrigative e soprattutto non crede minimamente nelle fonti ufficiali.

Ho sempre voluto scrivere un articolo su questo argomento ma, per varie ragioni, non ho mai avuto il tempo e la voglia. Tuttavia in questi giorni mi sono trovato a discutere della risposta alla domanda fondamentale sulla vita l’universo e tutto quanto con degli amici, e ho deciso, anche per me stesso, di buttare giu’ qualche riga per fare un po’ di chiarezza.

Il problema dell’informazione ufficiale e’ il suo controllo da parte di poche persone, facenti parte di ambienti dove il potere e il suo accrescimento sono il punto focale. E’ facile giungere alla conclusione che nessuno puo’ esporre i fatti per come sono, visto che andrebbero a collidere con interessi di vario tipo, motivo per cui non mi fido di essa e non staro’ qui a parlarne.
Ma la controinformazione? Quei baldi giovani pieni di vigore che si battono contro multinazionali e NWO? Facile, pensereste voi, per avere un quadro piu’ completo basta attingere a quelle fonti. Vero. E per questo, come scrivo sopra, da anni seguo pubblicazioni apparentemente non legate a poteri forti e alla ricerta di una verita’ piu’ cristallina.
Con l’andare del tempo e con lo sviluppo di internet per come lo conosciamo noi, ho cominciato ad avere quasi un tic nervoso: verificare tutto su internet. Da li mi sono accordo che praticamente la maggior parte delle volte gli articoli che si leggono sono un copia-incolla da altri siti (salto le valutazioni morali e intellettuali su cio’) ed e’ possibile molte volte, cercando tra virgolette un brano di un articolo su google, risalire al sito originale di pubblicazione. Vi chiederete, e quindi? E quindi ci troviamo di fronte a tematiche esposte una volta e non soggette a valutazione critica, in un’era dove ognuno dovrebbe avere un blog ed esprimere le proprie opinioni.

Una cosa che io ritengo veramente riplorevole e’ tutto il meccanismo del “tizio della Associazione Nazionale tal dei tali ha detto”, ovvero l’esporre un concetto, molte volte incredibile, citando parole di generali e addetti ai lavori vari, allo scopo di rendere credibile immediatamente il tutto.
Avendo questo tic nervoso, ho cominciato a cercare su google questi signori e queste associazioni o enti e moltissime volte si scoprono cose interessanti. Per esempio a volte si scopre subito che e’ una bufala o che addirittura il “tizio della Associazione Nazionale tal dei tali” non esiste.

Per esempio una volta su stampalibera lessi un articolo che parlava dell’esercito e di come con satelliti che sparavano raggi a microonde stessero cercando di condizionare il cervello della razza umana. Per carita’ cosa, per me che “unisco puntini” da anni, credibilissima. Il problema, in quel episodio, era che all’inizio citavano le parole di un sedicente, ora non ricordo, generale, forse, appartenente ad un sedicente ente spaziale russo, credo. Dopo una breve ricerca sul nome del generale mi apparve chiaro che non ci fosse traccia su internet e, voglio dire, anche di me ci sono tracce sulla rete. Soprattutto l’ente sopracitata non esisteva da nessuna parte.
Postai un commento ma ovviamente fui ignorato.
Cosa pensare? Chi mi vieta di pensare che la controinformazione che tanto osanna i burattinai della societa’ non sia anch’essa manovrata?

Questo episodio e’ applicabile a CENTINAIA di casi.

In un altro, un noto ricercatore sulle chemtrails diceva che “una commissione aveva stabilito che gli eventi di Canneto di Caronia fossero di ORIGINE UMANA”. Essendo rimasto con gli occhi spalancati per un quarto d’ora, risposi che non ero al corrente della cosa e che mi sarebbe piaciuto sapere, insomma, cosa avevano detto e vedere il rapporto, non essendo riuscito a trovare niente su internet. La sua risposta fu soltanto il ripetere che una commissione aveva stabilito che erano di origine umana.

MH

Ma ripeto, non parlo di casi specifici, cio’ accade di continuo, venendo a creare non una contro-informazione fatta da persone che studiano e fanno ricerche ma piuttosto una informazione 1 e informazione 2. Per noi che non possiamo andare sul posto a verificare i fatti non rimane che fidarci.

Siamo allora destinati a non conoscere mai la verita’? A subire eternamente le campane dei vari gruppi passivamente? L’unica soluzione, parziale, possibile e’ diventare giornalisti di se stessi e non credere a priori a nessuno.
Per fortuna oggi come ho accennato sopra abbiamo un super strumento che e’ internet. All’interno troviamo un mega strumento che google. E sapendolo usare amplifichiamo le sue potenzialita’.
Per chi non lo sapesse quello che fa un motore di ricerca (al momento) e’ cercare cosa scrivete nelle pagine web e riportarvi quelle che contengono il maggior numero possibile di parole cercate.
Poi ci sono delle tecniche come per esempio quella che ho illustrato sopra. Inserire un testo tra “” vi permette ci cercare quell’esatto testo e quindi di vedere chi altro l’ha pubblicato.

Questa stessa tecnica e’ utilizzabile per verificare se “Mario Slavini” che avrebbe dichiarato di aver parlato con ET, esiste o meno sulla rete e come viene inquadrato. Certo potrebbe essere non presente ma reale, ma nei casi di una figura di rilievo come un generale o un professore la percentuale che non sia su internet ma che sia reale cio’ che dice sono veramente scarse.

Detto questo concludo dicendo che il concetto fondamentale e’ (se volete informarvi) di verificare sempre tutto. Diffidare anche dalle persone che conoscete e sapete per certo essere “buone”, dato che potrebbero sbagliare in buona fede. Cercare quello di cui parlano, incrociare i dati, usare gli strumenti che oggi abbiamo, evolversi ed essere curiosi.

Buona controinformazione

ps; scusate per gli errori ma il 40%  dei miei tasti non funziona a dovere e per quanto corregga qualcosa sfugge sempre.
NON VALUTATE LA FORMA MA IL CONTENUTO

Advertisements