I complottisti non esistono 

L’obiezione che la maggior parte della gente comune fa, quando ci si trova a parlare delle teorie complottistiche è la mancanza di fonti ufficiali e attendibili. Molte volte le informazioni su questi argomenti si trovano su siti che appaiono poco credibili all’uomo della strada. Community dove si discute di rettiliani, terra cava e cure sicure per il cancro, dove io sono per altro cresciuto, donano a primo impatto una sensazione di follia all’avventore, grazie anche ai decenni di screditamento di questi argomenti.
Accade tuttavia che, dato il nostro livello di informatizzazione, le informazioni inizino a circolare maggiormente e sempre in/da piu’ ambiti “ufficiali”. In questa sede volevo condividere informazioni UFFICIALI; un’interrogazione parlamentare dell On. Scilipoti per richiedere dei controlli  sulle operazioni di aerosol, comunemente chiamate scie chimiche. Durante l’interrogazione vengono anche resi noti fatti inderogabili su attivita’ gia’ a prima vista misteriose e in analisi assolutamente poco chiare alla persona media. Ritenendomi una persona media vorrei avere piu’ informazioni.

Si noti che viene sottolineato il numero di precedenti interrogazioni parlamentari inerenti all’argomento, 14.

SCILIPOTI. – Al Presidente del Consiglio dei ministri, al Ministro della salute, al Ministro dell’ambiente e della tutela del territorio e del mare, al Ministro della difesa. – Per sapere – premesso che:
nel 1999 il Parlamento europeo con delibera nr. A 4-0005/99 del 14 gennaio 1999 si e espressa contro le sperimentazioni HAARP (con base in Alaska-Usa);
nel 2002 l’Italia ha firmato un accordo bilaterale con gli USA sulla ricerca climatica e il capo dei ricercatori italiani e il Professore Franco Prodi;
nel 2003 l’ex Ministro della difesa, Martino, autorizza le forze aeree Usa (USAF) a sorvolare gli spazi aerei dell’Italia;
nel periodo dal 2003 al 2009 sono state presentate nr. 14 interrogazioni parlamentari sull’argomento;
le sostanze tossiche utilizzate per le operazioni di aerosol sono composte da metalli, polimeri, silicati, virus e batteri;
l’alluminio è una sostanza neurotossica che danneggia sia il sistema nervoso centrale, che i processi omeostatici cellulari (l’alluminio è un fattore determinante nell’Alzheimer);
l’intossicazioni di metalli produce un abbassamento delle difese immunitarie;
l’alluminio uccide la flora batterica dei terreni;
le piogge prodotte dalle scie chimiche cambiano il ph dei terreni;
le operazioni di aerosol, comunemente chiamate scie chimiche, finiscono per determinare, ad avviso dell’interrogante, una lesione di diritti sanciti dalla Costituzione -:
se il Governo intenda assumere, per quanto di competenza, iniziative volte:
a) ad accertare i valori di acidità, ovvero, i ph cambiati dal 2003 al 2010, a

mappare con precisione la qualità attuale dei terreni e a garantire la cessazione delle operazioni suddette in quanto obbligano all’utilizzo di OGM;
b) a misurare il livello di bario e di alluminio nelle acque piovane su tutto il territorio nazionale promuovendo verifiche dopo le piogge provocate dalle operazioni militari;
c) a misurare il tasso d’inquinamento dell’aria specificamente in relazione ai prodotti utilizzati nelle operazioni di aerosol;
d) a determinare il rischio ambientale e per la salute della popolazione dei territori soggetti a operazioni di scie chimiche permanenti;
e) a chiarire l’influenza che le operazioni di scie chimiche dal 2003 ad oggi hanno avuto sulla salute degli italiani;
f) a pubblicare le ricerche epidemiologiche relative:
1) alle malattie infettive dell’apparato respiratorio;
2) allergie dovute a intossicazione da metalli;
3) Alzheimer e altre malattie degenerative riconducibili all’intossicazione di metalli;
g) a stimare la correlazione dell’aumento delle malattie in rapporto alle sostanze utilizzate nelle scie chimiche (ovviamente ogni malattia è multifattoriale e le questioni ambientali incidono significativamente, ma dal 2003 se vi è stato un aumento statistico significativo probabilmente dovuto alle scie chimiche);
intenda promuovere la cancellazione del segreto di Stato relativo alle scie chimiche e far cessare le operazioni che comportano scie chimiche tutt’oggi effettuate.
(4-10970)

Fonte Camera.it

Avendo a questo punto ribadito la REALE esistenza di questi fenomeni e smentito chi parla di scie di condensa prodotte da aerei, vi invito ad approfontire le varie inchieste che tentano di fare luce sul PERCHE’ venga fatto. Essendo gia’ stato scritto tanto in rete vi invito a cercare su google.

O potete cominciare da questa scheda riassuntiva.

E qui lo nego